Accesso utente

[ Chiudi ]
Eccoci! Finalmente on-line.
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: La Redazione   
giovedì 28 maggio 2009

web 1.jpg
Il www....
Finalmente on-line. Finalmente siamo riusciti a far partire il progetto. Finalmente un giornale  calabrese libero dichiaratamente riformista, liberale e libertario: il calcestruzzo col quale vogliamo offrire un nostro modesto contributo alla realizzazione di pagine di avanzamento politico-culturale delle nostre genti nel percorso di riscatto della nostra terra.Non siamo presuntuosi e non pretendiamo d’essere esaustivi in questo percorso, ma pensiamo che sia dovere di ogni spirito libero

portare il proprio granello di sabbia all’opera di costruzione delle coscienze. Difficile farlo con la carta stampata, che necessita di grandi capitali e forti finanziamenti, che poi però condizionano le scelte redazionali, ma è sostanzialmente facile ‘usare’ i moderni sistemi di trasmissione delle idee offerti dal web a costi accessibilissimi.

Vi è pure di più. Oggi il web è il luogo d’incontro delle nuove generazioni che, spesso, vengono manipolati da falsi profeti che ‘occupano’, quasi militarmente, uno strumento di immediato uso e consumo col rimbalzo di notizie artatamente mistificate che mettono fuori strada e allontano dall’impegno politico e civile le forze più fresche della società.

Ai giovani, noi, invece, vogliamo parlare col linguaggio della verità, evitando, da sùbito, il falso che, normalmente, si usa presentando un nuovo giornale con l’affermazione, urbi et orbi, d’essere indipendenti. E indipendenti, poi, da cosa? Noi non lo siamo. Siamo dipendenti da valori  universali quali libertà, giustizia, verità, solidarietà, garantismo e riformismo. Per questo il giornale messo oggi on-line è aperto ad ogni contributo col solo limite della correttezza del confronto, ma con il chiaro sottofondo volterriano del rispetto delle idee altrui.

Perché, comunque, la scelta del nome calcestruzzo? Evitiamo possibili equivoci dicendo subito che ci interessano le costruzioni ma non in senso fisico, soltanto in senso metaforico. Vogliamo contribuire, infatti, alla costruzione, sicura e stabile, di una coscienza non qualunquista, non settaria, non individualista ma aperta al futuro, alle innovazioni, al progresso, nel rispetto più profondo degli altri.  Odiamo le tirannidi, i totalitarismi, le ipocrisie, le doppiezze. Odiamo gli steccati nominalisti come destra-sinistra, i calunniatori, i falsi moralisti, i profittatori.

Ma amiamo fortemente la libertà e tutto ciò che esalta l’uomo e la sua dignità. Amiamo la nostra terra, la Calabria e, con la stessa forza, amiamo il nostro Paese, l'Italia. L’augurio che ci facciamo è di saper cogliere gli obiettivi che si siamo prefissi. Avanti, dunque, col calcestruzzo.

1 commenti
angelo41 [ 09 aprile 2016 - 18:04 ]
Alla buon'ora, un quotidiano on-line aperto a tutte le idee finalizzate a cementare la cultura, la storia, la religione e, perchè no, la politica che fa gli interessi nazionali, ci sta bene e speriamo che uomini di buona volontà contribuiscano a renderlo punto di riferimento di libertà, giustizia, verità, solidarietà (quella vera), garantismo e riformismo. senza remore e paura di scrivere argomenti scomodi.
Inserimento concesso agli utenti registrati
 

Pillole di saggezza

È stato detto che la democrazia è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle altre forme finora sperimentate” (Winston Churchill)

archivio >>>