Accesso utente

[ Chiudi ]
Il Ponte
Il sogno del ponte fattoci vivere dal prof. Siviero
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Giovanni ALVARO   
sabato 18 novembre 2017

ponte-sullo-stretto2-i.jpg
Una ricchezza che ci vogliono rubare
La testimonianza del Direttore Editoriale di questo blog che, assieme ad altri 'pati ti' dell'infrastruttura pontista, ha contribuito a realizzare un libro per poter omaggiare l'architetto e ingegnere, prof. Enzo Siviero, tra i più appasionati sostenitori dell'opera

Molti sono i meriti di un professore come Enzo Siviero che, avendo dedicato la propria vita alla costruzione di ponti un po’ in tutto il mondo, ha degnamente acquisito il nomignolo di pontefice che nulla, ovviamente, ha a che vedere con la Sacra Romana Chiesa, essendo tutto riconducibile alla sua profonda conoscenza dei ponti, al suo amore smisurato per gli stessi e alla sua indiscussa capacità di conquista dei cuori e delle menti di quanti, senza riserve mentali, hanno avuto la fortuna di seguirlo e di ascoltarlo.

Leggi tutto...
 
Lettera aperta a Vittorio Feltri
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Giovanni ALVARO   
domenica 12 novembre 2017
northern-range-i.jpg
Feltri si studi questa cartina
No, caro Vittorio Feltri, quello che ha scritto, prima delle elezioni in Sicilia, non è per nulla condivisibile e necessita di alcune considerazioni perché l’immagine che Ella ha della Sicilia e del Sud è costruita su stereotipi sedimentati da anni e senza alcun aggiornamento, e soprattutto perché il suo scritto semina sfiducia ed alimenta la rassegnazione. Quella rassegnazione, frutto sia di decenni di cattiva gestione, che per l’assenza di uno Stato che si è accontentato, nel dopoguerra, d’aver ‘domato’ il ribellismo e scongiurata la guerra civile, lasciando all’isola lo status di ‘Regione a statuto speciale’ senza puntare alla reale integrazione economica col resto del Paese.      
Leggi tutto...
 
La boiata della 'fattibilità' per un nuovo ponte
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Giovanni ALVARO   
giovedì 02 novembre 2017
ponte-approdo-siciliano-i.jpg
Renzi e & ci giocano vergognosamente
Circolava nei giorni scorsi una dichiarazione di Delrio, fatta durante una intervista del Corrierone, che sembrava una vera e propria fake news. Essa aveva tutti i crismi della falsità perché, infatti, ad una domanda sei primi soldi (per il Ponte ndr) saranno nella legge di Bilancio in arrivo?”, si rispondeva con un secco e chiaroNo, per il Ponte sullo Stretto siamo ancora allo studio di fattibilità”. Sembravano semplici parole in libertà rese per non dover dire che si è contro il Ponte provocando problemi alla campagna elettorale del ragazzo d Rignano.
Leggi tutto...
 
Il coraggio di fare un ponte sullo Stretto
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Massimo PULEO   
lunedì 16 ottobre 2017

ponte-sullo-stretto-i.jpg
Un Ponte che s'ha da fare
Pubblichiamo un arti- colo apparso su la Repubblica il 15 otto bre 2016 (esattamen te un anno fa). Le cose scritte allora sono attualissime anche oggi perchè da allora non ci sono stati fatti nuovi.

Fin da quando a Silvio Berlusconi venne in testa l'idea di rilanciare il progetto del Ponte sullo Stretto la pregiudiziale ideologica - soprattutto di certa sinistra - verso l'opera è stata inesorabile: una "fatwa" (per inciso, stride un po' l'idea di una sinistra dell'accoglienza ai migranti contraria a un ponte, che, di per sé, è simbolo di unione e di scambio di culture). Ma tra i contrari ideologici c'è anche la Lega Nord, che ritardò fattivamente l'opera quando sembrava lì lì per partire e che oggi, con Salvini, dichiara la propria contrarietà tout court (questo però non è vero ndr). E ci sono i 5 Stelle, disposti a bloccare tutto pur di accreditarsi come moralizzatori finali.    

Leggi tutto...
 
Senza sostegno politico il SI al Ponte è aria fritta
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Giovanni ALVARO   
venerdì 13 ottobre 2017

mazzoncini-ceo-fs-i.jpg
Coraggioso o kamikaze?
La prima telefonata che ho ricevuto, nel la qualità di dirigente del Comitato ‘Ponte Subito’, è stata quel la di un ingegnere che mi chiedeva cosa ne pensassi delle dichiarazioni dell’Amministra tore delegato delle Ferrovie italiane, Renato Mazzoncini.

Dichiarazioni con le quali, in un forum organizzato su L’Economia del Corrierone, auspica una “rivoluzione nei trasporti” per far del trasporto su rotaie una delle gambe fondamentali della mobilità del Paese, sia per ridurre quell’80% che si serve essenzialmente dell’auto privata, che di quel 93% di trasporto merci che usa il gommato.          

Leggi tutto...
 
Le elezioni siciliane possono aprire futuri inediti
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Giovanni ALVARO   
giovedì 07 settembre 2017
container-i.jpg
Ecco il nostro petrolio
Raggiungere l’accordo tra forze che, storicamente, stanno dalla stessa parte (Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia) e addirittura allargare lo stesso a forze che, naturalmente, si collocano nello stesso ambito, come Energie per l’Italia e Idea Sicilia, fa esultare perché fa aprire uno scenario inedito per la possibile vittoria nella regione interessata. In Sicilia con il ticket Musumeci-Armao e con un vero programma di governo possono essere risvegliati quanti finora hanno scelto il rifugio nell’astensione.                    
Leggi tutto...
 
Non basta Afragola per salvare il Mezzogiorno
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Giovanni ALVARO   
giovedì 08 giugno 2017

afragola-gentiloni-i.jpg
Certamente non basta
No, no, e poi no. Non ci siamo conte Gentiloni, non ci siamo con i suoi appelli indirizzati ai privati per farli investire nel Mezzogiorno perché "oggi ci sono le condizioni anche grazie a un contesto fiscalmente favorevole". Se poteva bastare non c’era bisogno del suo appello perché le imprese sanno leggere la realtà e sanno anche sfruttarla. Ma le imprese non hanno bisogno solo di qualche ‘aiutino fiscalmente favorevole’, ma hanno anche bisogno di infrastrutturazioni con le quali si possono abbattere i tempi di trasporto delle merci prodotte.    

Leggi tutto...
 
Ma quale 'Via della Seta', conte Gentiloni?
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Giovanni ALVARO   
venerdì 26 maggio 2017

cargo-msc-portacontainer-i.jpg
Il presente che l'Italia non capisce
La verità, dopo il viaggio di Gentiloni in Cina, esplode in tutta la sua piccineria che non si discosta per nulla da quanto si verificò con altro Premier, Mario Monti, anche lui in visita, nel Paese degli abitanti con gli occhi a mandorla. Costui ai rappresentanti di un Paese come la Cina, che ragiona sempre in grande, ebbe l’ardire di rimproverarli per non aver approfittato dell’occasione di speculare sui titoli finanziari del Bel Paese. 

Vi avevo informati che sarebbe stata una buona occasione’ disse sostanzialmente il primo dei quattro premier imposti da Napolitano agli italiani ‘ma avete sorvolato sulla possibilità di investire sul debito del mio Paese. Avreste fatto certamente un buon affare’. Monti, il tecnico che doveva salvare l’Italia, lasciò di stucco i suoi interlocutori che magari avrebbero preferito parlare del Ponte sullo Stretto e dell’Alta Velocità tra la Sicilia e la Campania avendo fatto filtrare, nei mesi precedenti, che erano più che disposti a finanziarli direttamente ed erano disponibili a recuperare il suddetto finanziamento in circa 30 anni.       

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 8 di 255

Pillole di saggezza

Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente. (Bertolt Brecht)

archivio >>>