Accesso utente

[ Chiudi ]
Sondaggio Ixè: cresce ancora il centrodestra
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di:   
sabato 25 novembre 2017

centrodestra-unito-i.jpg
Solo il suicidio ci può sconfiggere
Il centrodestra raffor za il suo primato, con il Movimento 5 Stelle stabilmente primo partito e il Partito Democratico ancora in calo in seconda posizione.

È quanto emerge da un sondaggio dell’Istituto Ixè per Radio Rai 1. Nelle intenzioni di voto il M5s è al 28 per cento (era la scorsa settimana al 27,9) mentre il Pd è ora al 23,4 per cento (era 23,8). Il blocco di centrodestra è in vantaggio sia sul centrosinistra che sui “solitari” pentastellati: considerando le forze principali (Fi-Lega-Fdi) sfiorano il 34 per cento.
Leggi tutto...
 
Eugenio Scalfari 'stana' i pappagalli
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Alessandro SALLUSTI   
sabato 25 novembre 2017

scalfari-eugenio-i.jpg
Guastatore di 'feste'
Eugenio Scalfari è davvero una carogna. Una geniale carogna che ha trovato il modo di rovinare la festa a quello che considera un suo indegno successore alla guida della non più sua Repubblica.

Proprio nel giorno in cui il giovane Mario Calabresi girava gli studi televisivi per presentare la nuova veste del giornale debenedettiano, il novantenne predecessore e fondatore se n'è uscito con una frase che ha raggelato il sangue di Calabresi e dei repubblichini (nel senso di giornalisti e lettori): «Dovessi scegliere se votare Di Maio o Berlusconi, tutta la vita Berlusconi».                  

Leggi tutto...
 
Fascismi giudiziari e aggravanti televisive
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Vittorio SGARBI   
mercoledì 22 novembre 2017

spada-pesta-il-cronista-i.jpg
L'abuso di Spada non c'entra con la mafia
Assistiamo da anni a una aggressione giudiziaria, di stampo fascista. Penso agli insensati scioglimenti di Comuni per mafia, all'arresto plateale (seguito dall'incongrua liberazione) di Cateno De Luca, ai processi illegittimi come quello a Contrada, alle condanne arbitrarie di Dell'Utri e di Cuffaro, alle indagini su Berlusconi, e alla farsa degli alimenti a Veronica, conclusa con un risarcimento di lei a lui (in un impressionante squilibrio dei collegi giudicanti), al processo infondato per Mafia capitale, all'arbitrario arresto, fino a farlo morire, dell'innocente sindaco di Campobello di Mazara, Ciro Caravà, all'inverosimile metodo Woodcock, all'abuso di Cantone su Carla Raineri.                     

Leggi tutto...
 
Il nuovo pollaio di Giletti
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Claudio ROMITI   
mercoledì 22 novembre 2017

giletti-con-larena-pollaio-i.jpg
Solo e soltanto becero qualunquismo
Possiamo chiamarlo in qualunque modo, ma a definire giorna- lismo d’inchiesta ciò che Massimo Giletti mette settimanalmente in scena su La7 ci vuole un bel coraggio.

Il suo talk “Non è l’Arena”, che solo nel titolo si richiama alla sua precedente esperienza in Rai, è un chiaro esempio di eterogenesi dei fini. Si intenderebbe, infatti, rendere edotti i cittadini-telespettatori in merito alle cause profonde della crisi politica e sociale che attraversa il Paese, ma si finisce per apportare ulteriore confusione nel dibattito pubblico degenerando in una sorta di sceneggiata napoletana, come è accaduto durante l’ultima puntata del programma, nella quale sulla questione legata alla controversa vicenda capitolina del “Divo Nerone” si è scatenata in studio una imbarazzante gazzarra.                    

Leggi tutto...
 
Che Travaglio avere un figlio 'illegale'
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Vittorio SGARBI   
sabato 18 novembre 2017

travaglio-figlio-ridicolizza-padre-i.jpg
Un bravo al figlio Alessandro
Nella straordinaria performance del fi glio di Travaglio con il padre Marco, inter detto alla notizia del contratto firmato con Mediaset per partecipare al Grande fratello, si assiste alla sconvolgente manifestazione di delusione, sconcerto, indignazione con cui Travaglio reagisce alla notizia.

Ed è notevole che, pur nello sconforto, si contenga e non mediti di ledere i diritti del figlio. Travaglio fa appello alla propria dignità e spiega, con rigore e sofferenza, il suo epico e irriducibile contrasto con Berlusconi.               

Leggi tutto...
 
Parisi ad Alfano: “no” secco al dialogo
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Redazione de 'Opinione.'   
sabato 18 novembre 2017

parisi-stefano-i.jpg
Una testa lucida da apprezzare
È un “no” senza appello quello del leader di Energie per l’Italia, Stefano Parisi - ieri a Torino per l’inaugurazione della sede del suo movimento politico e per una serie di incontri - in risposta a chi chiede se ci sia una possibilità di dialogo o incontro con Angelino Alfano e la sua Alternativa Popolare.

Noi non siamo né moderati né centro, che ha una brutta reputazione, quella di persone come Angelino Alfano pronto a stare a destra o a sinistra con chi gli garantisce una poltrona. Noi - aggiunge - non abbiamo voglia di andare in Parlamento ma di cambiare l’Italia”.           

Leggi tutto...
 
Renzi: fine della corsa?
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Raffaele PENGUE   
venerdì 17 novembre 2017
treno-del-passato-i.jpg
Il mesto ritorno di Renzi
A tutti quelli a cui Renzi piace, l’altra sera Renzi da Floris è piaciuto: ha aperto la porta del suo cuore. Ha mostrato energia e determinazione nel perorare la sua causa politica. Causa politica la quale, lo hanno capito pure i sassi e tutti quelli a cui Renzi non piace, appare disperatamente orientata a rientrare nella cosiddetta stanza dei bottoni. Orfano di Luigi Di Maio (e per Matteo detto il “bomba” questo affronto deve essere risultato intollerabile, farsi umiliare così, pubblicamente, per un vanaglorioso del suo calibro, deve avergli fatto andare il sangue alla testa), l’ex premier ha confessato che dopo la bruciante sconfitta del referendum costituzionale, coerentemente con quanto promesso, voleva andarseneLasciare la politica.                  
Leggi tutto...
 
Dimmi come voti e ti dirò che Fisco avrai
  Condividi su facebook
Stampa E-mail
di: Marcello ZACCHE'   
mercoledì 15 novembre 2017
flat-tax-i.jpg
Due scuole a confronto
In chiave elettorale una delle differenze più nitide tra il centrodestra e la sinistra è senz'altro la ricetta per le tasse. Sono in gioco la semplificazione fiscale e la lotta all'evasione. Sul Fisco torneranno a confrontarsi le due concezioni opposte: quella liberale (o liberista) che teorizza meno gettito e meno Stato; e quella socialista (o keynesiana) che tende a dotare il pubblico di più risorse possibili. Il confronto è già partito: l'ex deputato Pd e ministro prima delle Finanze e poi dell'Economia dei governi ulivisti (e poi unionisti) Vincenzo Visco ha fornito numeri impressionanti sull'evasione fiscale.               
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 8 di 2623

Pillole di saggezza

Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente. (Bertolt Brecht)

archivio >>>